SCOPERTA, SFRUTTAMENTO, FUTURO DELLE ACQUE

CENNI STORICI


La storia dell'utilizzazione delle acque terapeutiche della nostra regione inizia già  nel medioevo. Fu il famoso cronista polacco Jan Dlugosz a presentare nell'opera 'Annales seu cronicae incliti Regni Poloniaeâ, nel capitolo Chorographia Regin Poloniaea l'immagine completa dell'idrologia polacca del XV secolo. Nel XVIII secolo, in area di Sadecczyzna, Stanislaw Staszic scoprì le risorse delle acque terapeutiche, mentre nel 1788-1795 il prof. Baltazar Hacquet dall'università  Leopoldina preparò la classifica e fece la descrizione delle loro caratteristiche.

Ma le attività  più importanti volte a sviluppare e migliorare l'estrazione delle acque sono state fatte solo nel XX secolo. Nel 1924 l'Associazione delle Miniere "Saturn" acquistò le sorgenti dell'area di Szczawa.

Dagli anni trenta al XX secolo si caratterizzarono per lo sviluppo dinamico delle miniere d'acqua in questa zona. Nel 1932 furono perforate le sorgenti Hanna e Dziedzilla. L'anno successivo, le aziende Drogista e Karpinski Sklad Apteczny, basandosi sulle sorgenti Hanna, Dziedzilla, Krystyna e Leguna, decisero di creare il centro termale. Alla fine, nel 1934, le acque furono esportate da Antoni Gryzina-Lasek.

Nel 1938 l'area di Szczawa fu costituita dal Ministero dell'Industria e del Commercio, come regione mineraria. Il periodo di occupazione e la guerra ha frenato il processo dell'utilizzazione delle acque in questa regione. Dal 1945 fino al 1999 fu la Cooperativa di Comune di Kamienica a prendersi cura delle sorgenti. Nel 1963 il Ministero della salute e dell'Assistenza Sociale conferma con il decreto del 24 luglio 1974 le acque terapeutiche di Szczawa come le risorse minerali.

Il 17 marzo 1976 il Ministero della Salute e dell'Assistenza Sociale costituisce una nuova area di miniere, di una superficie pari al 914,8 Ha. Nel 1977 avvenne la perforazione di Szczawa I, e all'inizio degli anni 80 furono ricostruiti i pozzi di Hanna e Dziedzilla. Il 27 gennaio 1994 le Terme di Rabka ottennero dal Ministero dell'Ambiente la concessione all'estrazione delle acque terapeutiche valida fino al 2014.

Negli anni 2000 l'estrazione delle acque passa alla società  Euro-Code Sp.J.

SCOPRI IL FENOMENO

L'effetto terapeutico delle nostre acque si concentra soprattutto sulla neutralizzazione dell'acido cloridrico dello stomaco e nel controllo della secrezione stessa, quindi la cura con questo tipo di acque minerali è vastamente raccomandata per le persone con il problema di iperacidità. Oltre ciò, le nostre acque presentano delle proprietà antiinfiammatorie ed antiallergiche, stimolano la secrezione della bile, alcalinizzano le urine e regolano il metabolismo nei casi di obesità.

Vai all'interno dell'articolo

Le acque terapeutiche provengono dalla regione di Szczawa la cui struttura geologica determina la qualità del prodotto. Dalle nostre due sorgenti Hanna e Dziedzilla nascono le acque con la composizione chimica basata sui bicarbonati, cloruri, sodio, iodio e boro. La sorgente "Szczawa I" invece è il cuore dell'acqua di alta quota./p>

Vai all'interno dell'articolo
LE ACQUE MINERALI TERAPEUTICHE SONO DESTINATE ALLE PERSONE DI OGNI ETÀ: BAMBINI, ADULTI E ANZIANI, ANCHE AD USO DOMESTICO.